Cinzia Albanesi – UNIBO

Intervista a Cinzia Albanesi, Docente dell’Università di Bologna di Teoria e Metodi di Psicologia di Comunità.

UNIBO: Partner dell’Università del Volontariato di Bologna

Per l’Università la formazione è tutto.
Per l’Università di Bologna lo è ancora di più.
L’Università di Bologna, infatti, è tra i partner dell’Università del Volontariato dal suo inizio e da sempre è molto attiva nel dare il suo contributo alla missione di questo progetto.
Ci parla di questa importante collaborazione la docente di Teoria e Metodi di Psicologia di Comunità Cinzia Albanesi, la quale spiega come la Psicologia di Comunità abbia lo scopo da un lato di promuovere il benessere delle comunità, e, dall’altro di valorizzare le risorse che la stessa comunità ha da offrire per capire come l’individuo possa muoversi liberamente al suo interno.
La collaborazione e la vicinanza con realtà di volontariato, che, in qualche modo, rappresentano una forma di comunità, è perciò fondamentale.
È fondamentale nel tessere e costruire legami, nel creare amicizie e solidi rapporti.
Univol, con il suo ruolo formativo, si rivela un importante strumento a disposizione dei volontari nel dare un valore positivo a quello che quotidianamente fanno, alla loro missione, acquistando perciò anche rilevanza sociale. Il percorso che offre l’Università del Volontariato può servire per tradurre in “buona pratica” e per mettere a sistema tutto quello che i Volontari sperimentano ogni giorni nelle loro associazioni.
Tracciare un sentiero, percorrerlo insieme ad altre persone, aiutarsi a vicenda, condividere esperienze, collaborare, ognuno con il proprio peso e la propria storia da portare e raccontare, provare a seguire strade nuove, innovarsi e crescere.
Questa l’immagine a cui Cinzia pensa riferendosi alla formazione nel campo del volontariato.
Un bel sentiero da percorrere e tracciare. Insieme. Con zaini diversi che contengono cose diverse, qualcuno molto leggero, altri più pesanti.
Condivisione è mettere insieme competenze e strumenti differenti.
Queste le parole con cui Cinzia, sorridendo, chiude l’intervista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: